domenica, giugno 29, 2008

|Temporale|

|Passano nubi e passano fulmini|

Brutta serata per i cacciatori di fulmini.
Completamente fuori sincro, li ho lasciati scappare tutti, magro bottino.
In un giorno ho letto un libro che diventerà pozzo di speranza per ogni mia citazione.
Già ieri notte ci pensavo...
"Sogno la felicità incartata nella croccante doratura di Ferrero Rocher", o qualcosa del genere, e l'immagine di quel piccolo cioccolatino con dentro tutta la mia felicità mi ha fatto dormire come un bambino troppo stanco dopo una giornata in spiaggia.
Non ho conosciuto giovani studentesse, lesbiche in chimono, trans color avorio, giudici slave, mammine traumatizzate e schizzate, nervose dirigenti, negri adescatori, ma cazzo quanto mi piace quel libro.

"Ecco potremmo scappare, andare a vivere in una di quelle vecchie case azzurre sulla riva dell'Atlantico, svegliarci con il sole sulle sottili onde grigie e farci bastare tutto così. Lo vedo nitidamente"

Ps
Ho deciso che ormai le cazzate vanno preso per quello che sono, cioè conservandone solo il lato migliore e lasciare che il resto scappi dal buco in fondo al secchio.
E' una vita tecnologica, ma le Danze Macabre non finiranno mai.

2 commenti:

Lapis ha detto...

Si può sapere qual'è il libro?

E. ha detto...

Un pollastro a Hollywood, è anche in bacheca qua di fianco!!!
:)