lunedì, luglio 02, 2007

[Marchette[#1]



[I do love european films]

Su Panorama di questa settimana c'è uno strano articolo di Camillo Langone, "Ma il futuro non sarà gaio".
Vi invito a leggerlo.
Innanzitutto inizia incitando al rispolvero di termini gergali quali finocchio, frocio, pederasta, culo, invertito e chi più ne ha più ne metta.
Poi ovviamente si lancia nella paternale contro l'anormalità: ovvio che l'Occidente declina e presto sarà sopraffatto, perchè permette a forze "inverse" interne di corroderlo, farlo marcire.
Il crollo demografico è solo un esempio di questo: il problema di Israele sarà l'invasione di quei 5 figli per donna palestinese che nascono ogni giorno nei Territori.
Ed ecco quindi l'elogio a certe frange estremiste di ogni religione, che punendo e sradicando l'omosessualità tengo pulito, vitale e vigoroso lo spirito dei popoli ad esse fedeli.
Il caro Langone ci infila pure la conversione di Blair al cattolicesimo, come segno dell'estizione di quelle fedi che ostentano "continui cedimenti alla moda omofoba".
E via pure di Darwin: "Siccome la natura non tollera vuoti, il posto degli anglicani verrà preso da fondamentalisti cristiano e musulmani portati a interpretare i Testi Sacri alla lettera, per esempio la Genesi: Quand'ecco che il Signore fece piovere sopra Sodoma e sopra Gomorra zolfo e fuoco.

Dopo i modelli di Prada, che hanno fatto nascere anche in me la speranza di salire finalmente sulle passerelle, ecco pure la possibilità di diventare giornalista.
Ma comunque prima si legge.
Poi si riflette.
Poi si risponde

P.s. Grazie Miuccia che ci hai regalato un sogno!!!!

8 commenti:

henry ha detto...

certe cose non meritano risposte. o forse si?

leggero'.

p.s.
buffo come anche io abbia avuto lo stesso impulso vedendo i modelli di prada :)

E. ha detto...

mi sa che siamo stati in tantissimi!!!

peluche ha detto...

qualcosa di quell'articolo si avvererà. e allora miuccia non sarà lì a salvarci. facciamoci un guardaroba da prada prima che sia troppo tardi!

Padda ha detto...

Ho letto l'articolo in questione, mosso da curiosità, e l'ho trovato profondamente comico. Sì, decisamente mi ha fatto divertire. Più o meno come mi fanno divertire tutti gli articoli di tutti i giornalisti che hanno bisogno di utilizzare intricati pensieri e arzigogolati paroloni per cercare di colmare la pochezza dei loro pensieri e dei loro ragionamenti. Ho sempre pensato che non si dovrebbe ostentare la propria cultura a furia di citazioni librarie o reinterpretazioni storiche per essere ritenuti dei buoni giornalisti; viceversa, occorrerebbe dimostrare al massimo la propria obiettività sostenendo con garbo le proprie tesi. Intelligente non è chi sa (o crede di sapere); intelligente è chi stimola. In questo caso lo stimolo c'è, ma è uno stimolo un po' ruffiano su cui è meglio non soffermarsi ulteriormente :-)
È comunque curioso osservare come, inserendo il nome di Camillo Langone su quella che potremmo considerare "la bibbia del 2000" (ovvero Google), escano migliaia di risultati mai come in questo caso accomunati da un'unica linea guida: sono tutti concordi nel ritenere il Sig. Langone un emerito idiota. Questo vorrà pur dire qualcosa. Di fatto, in una società dove conta il giudizio degli altri prima che le reali qualità del singolo, si può ritenere a ragione che costui sia davvero un deficiente. Peccato che il suo ego non gli permetta di arrendersi all'evidenza.
Pazienza, ci arrenderemo alle sue esternazioni regalandogli un momento di felicità, lasciandolo nella convinzione che il suo cattolicesimo puro e intellettuale sia la chiave di volta dell'evoluzione.
Dio, se ci sei, devi avere proprio un grande senso dell'umorismo.

lise.charmel ha detto...

in soldoni questo si scaglia contro i fondamentalismi delle altre religioni e poi è il primo fondamentalista di se stesso? aiuto. scommetto pure che vota lega

E. ha detto...

no in soldoni dice che i froci sono la causa di tutto.
e aspettando la distruzione di sodoma e gomorra io sogno di diventare modello

tiè tiè tiè

159centimetri ha detto...

leggerò l'articolo. per ora di più non posso dire!
io non so niente dei modelli di prada. aiutooooo! colmare questa lacuna, subito! :)

stefano ha detto...

Toh, quest'articolo di Longone ha ispirato anche me:
http://cadavrexquis.typepad.com/cadavrexquis/2007/07/il-futuro-non-s.html
solo che tu sei stato più conciso, mentre io - quando mi girano le palle - tendo alla prolissità.