lunedì, marzo 10, 2008

[En Route pour la Jolie[#12]

[Lundi]
[Comme s'il en pleuvait]

I nati di Marzo hanno l'inalienabile diritto a essere come il loro mese di nascita.
E un Marzo come questo non può che eccitare in noi una meravigliosa cangianza di sentimenti.

Oggi ho trovato la felicità in cucina, alzando lo sguardo dal mio nuovo libro e trovando sullo scaffale proprio davanti a me un contenitore in vetro pieno di madeleines. E siccome in casa mia c'è sempre abbondanza di thé, ho scoperto anche che mi manca una codificazione personale della Danza della Felicità.
Per chi non ha mai letto i Peanuts nella propria infanzia (peccato mortale), la DdF è quella che Snoopy mette in scena ogni sera sul tetto della sua cuccia quando Charlie Brown gli porta la cena. Per stare in tema con il mio nuovo libro: la bellezza è racchiusa nella perfezione del movimento, ma del resto bellezza e felicità sono concetti difficilmente separabili, no?
Il mio nuovo libro mi sta possedendo come un dolce amante: lo ammetto l'inizio mi ha un pò spiazzato, ma come si fa a non amare un libro che dona la gioia al lettore di scoprire da solo il senso del titolo? Non per rovinarvelo, ma io l'ho scoperto a pagina 137, e da lì non c'è stato più nulla da fare.
Così questo pomeriggio, nella penombra della mia cucina, con thé, madeleines e libro, ho consumato un puro e semplice atto di amore.
Ora mi manca solo la Danza della Felicità.

3 commenti:

Lapis ha detto...

Io forse l'ho trovata in olanda. Senza l'aiuto di erbe e funghetti. Parola di Giovane marmotta :)

E. ha detto...

vedi, basta lasciare la brianza per rinascere, abbiamo anche noi una possibilità
:)

Giopota ha detto...

Nella frase di apertura di questo post hai sintetizzato alla perfezione una cosa che avevo in mente di scrivere e postare sul mio blog. Ritieniti già quotato nella prossima pubblicazione :D